(scarica intero documento)

 

Il Collegio Docenti della Scuola Secondaria U. Foscolo

 

Visti:


- il D.P.R. 24 giugno 1998, n. 249 (Regolamento recante lo Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria) e successive modifiche e integrazioni (D.P.R. 21 novembre 2007 n. 235);
- il Patto educativo di corresponsabilità approvato dal Consiglio di Istituto del 02/09/2009 su proposta del Collegio Docenti del 01/09/2009;
- il Regolamento di Istituto approvato dal Consiglio di Istituto del 02/09/2009;
- il Regolamento sulla valutazione degli alunni (D.P.R. n. 122 del 22 giugno 2009)

 

delibera i seguenti criteri di assegnazione del voto di condotta.

 

Viene attribuita la votazione di


10/10 in presenza di:
- comportamento responsabile;
- rispetto e disponibilità nei confronti del personale della scuola e dei compagni;
- rispetto costante di scadenze, consegne e regole della vita scolastica;
- impegno regolare ed accurato;
- attenzione costante;
- partecipazione con contributi personali e coerenti.


9/10 in presenza di:
- comportamento conforme alle regole;
- rispetto e disponibilità nei confronti del personale della scuola e dei compagni;
- rispetto di scadenze, consegne e regole della vita scolastica;
- impegno regolare e accurato / quasi sempre accurato;
- attenzione costante;
- partecipazione attiva.


8/10 in presenza di:
- comportamento generalmente conforme alle regole;
- correttezza nei confronti del personale della scuola e dei compagni;
- rispetto discontinuo di scadenze, consegne e regole della vita scolastica;
- impegno abbastanza regolare e non sempre accurato o affrettato;
- attenzione generalmente adeguata;
- partecipazione non sempre attiva.


7/10 in presenza di:
- comportamento spesso non conforme alle regole;
- atteggiamento non corretto / poco corretto nei confronti del personale della scuola e/o dei
compagni;
- scarso rispetto di scadenze, consegne e regole della vita scolastica;
- impegno discontinuo, affrettato e/o superficiale;
- attenzione discontinua;
- partecipazione limitata ad alcune attività o da sollecitare;

ripetuti richiami verbali e scritti per i comportamenti sopra elencati e/o sanzione disciplinare di sospensione per un periodo non superiore a 15 giorni.


6/10 in presenza di:
persistenza nei comportamenti previsti per la votazione di 7/10, con una o più sanzioni disciplinari di sospensione dalle lezioni per un periodo non superiore a 15 giorni.


5/10 in presenza di:
gravi comportamenti che comportino la sanzione disciplinare di sospensione dalle lezioni
per un periodo superiore a 15 giorni. La votazione di 5/10 comporta la non ammissione alla classe successiva o agli esami di Stato.

 

La decisione sul voto in condotta viene assunta collegialmente dal Consiglio di Classe sulla base dei criteri sopra esposti che rappresentano tuttavia un’indicazione di massima da rapportare alle diverse situazioni. La gravità dei comportamenti che portano a una valutazione inferiore agli 8/10 deve essere documentata con gli atti dell’intero procedimento disciplinare che ha portato a tale decisione. Ogni delibera in tal senso deve essere formalmente assunta dal Consiglio di classe. Il voto in condotta concorre, unitamente alla valutazione degli apprendimenti, alla valutazione complessiva dello studente.